VRF

Tecnologia

La tecnologia più evoluta è la pietra angolare dei sistemi VRF Hisense

Piattaforma di supporto Hi-Tech

Compressore Scroll di concezione innovativa

Tecnologia esclusiva dell’asimmetria della spirale

La struttura asimmetrica della spirale contribuisce al contenimento dei trafilamento del gas durante l’intero processo di compressione a tutto vantaggio dell’efficienza e dell’affidabilità di funzionamento.

Spirale asimmetrica: lo sfasamento tra l’aspirazione che avviene nella camera esterna e la camera interna corrisponde a 180° . Differenti sono le pressioni che regnano in queste due camere, mentre la distribuzione delle pressioni nelle camere di compressione è asimmetrica.

Spirale simmetrica: l’aspirazione avviene contemporaneamente nelle spirali delle camere esterna ed interna ed identiche sono le pressioni che regnano nelle due camere. La distribuzione delle pressioni nelle camere di compressione è quindi simmetrica.

Compressore azionato da motore DC Inverter

Grazie all’azionamento del motore DC Inverter il picco di efficienza viene ottenuto alle frequenze tra i 20 ed i 40 Hz cioè nelle condizioni in cui un compressore a velocità variabile funziona per la maggior parte del tempo. Il rotore del motore del compressore è diviso in due parti in modo da sopprimere le interferenze elettromagnetiche (EMI) e da contenere il livello sonoro di funzionamento.

Azionamento con Inverter ad onda sinusoidale di 180°

L’uso di una tecnica avettoriale di controllo senza sensori per il motore sincrono a magneti permanenti fa in modo che la corrente uscente dell’Inverter DIP-IPM DC abbia un andamento sinusoidale e che quindi consenta al motore stesso di funzionare in modo uniforme e con la massima efficienza possibile. Tutto ciò rende inoltre possibile l’eliminazione delle armoniche di corrente e dei disturbi elettromagnetici

Accurato controllo della temperatura ambiente

La velocità di funzionamento del motore DC che aziona il compressore viene variata continuamente in funzione delle variazioni del carico.
Grazie all’integrazione con una tecnica di controllo auto adattativa è possibile controllare accuratamente la potenzialità erogata in funzione del carico imposto dall’impianto e far quindi in modo di minimizzare le variazioni della temperatura ambiente.

Protezione multipla del circuito di lubrificazione

Il bilanciamento del lubrificante tra i moduli che costituiscono l’unità esterna avviene attraverso un sistema di separazione dell’olio a due stadi, un sistema di recupero ed un sistema di equalizzazione che garantiscono la massima sicurezza ed affidabilità del tutto.

Primo stadio di separazione dell’olio
Il primo stadio della separazione avviene attraverso un separatore posto nella camera di alta pressione del compressore che lascia sfuggire dal compressore stesso solo una modesta quantità d’olio.

Secondo stadio di separazione dell’olio
La modesta quantità d’olio sfuggita dal compressore viene separata da un separatore centrifugo che porta ad oltre il 99% la quantità di lubrificante separato dal flusso di refrigerante.

Funzionamento del primo stadio di separazione

Avviene nell’accumulatore per mezzo di un filtro a grana fine che garantisce la ripartizione dell’olio tra i moduli dell’unità esterna.

Funzionamento del secondo stadio di separazione

La separazione dell’olio dal flusso di refrigerante è implementata in funzione della frequenza di funzionamento del compressore e del tempo di funzionamento ad essa corrispondente in modo da impedire l’accumulo di refrigerante nelle batterie delle unità esterne quando il sistema funziona a lungo a carico parziale e da impedire grippaggi del compressore provocati da carenza d’olio. La fase di recupero dell’olio dura solo 60 secondi terminati i quali il funzionamento ritorna normale.

In modalità di riscaldamento per salvaguardare le prestazioni il sistema di separazione dell’olio avviene senza necessità di commutazione in raffreddamento.

Sbrinamento intelligente

Per la valutazione dei parametri di sbrinamento l’unità interna si avvale di un sensore della temperatura esterna e di un sensore della batteria di scambio in modo da poter decidere il momento d’inizio che è più opportuno e da ridurre gli accumuli di brina di 2/3 rispetto a quanto accade in apparecchi di altri tipi. La struttura antigelo del basamento della batteria ha anche un effetto antigelo per il fondo dell’unità esterna che d’inverno previene il congelamento dell’acqua di risulta degli sbrinamenti. Quest’ultima viene smaltita attraverso un apposito foro presente nel fondo dell’apparecchio.

Velocità della messa a regime in riscaldamento

Utilizzando le caratteristiche di soft start degli avviamenti del DC Inverter e di avviamento rapido del compressore a velocità costante, il sistema è in grado di erogare rapidamente il 100% della potenzialità di progetto e di neutralizzare il carico di riscaldamento altrettanto rapidamente. Considerando per esempio un sistema da 460600 btu/h si verificherebbe la situazione schematizzata nel diagramma che segue.

Controllo della temperatura accurato

Rilevamento della temperatura

La presenza di svariati sensori strategicamente dislocati consente il rilevamento in tempo reale ed il feedback immediato della temperatura esterna, della temperatura ambiente, della temperatura di mandata, etc. e la conseguente regolazione da parte del comando master della potenzialità erogata dal sistema.

Controllo del flusso del refrigerante

Le unità interne sono dotate di valvole elettroniche microcomputerizzate a 2000 posizioni che dosando automaticamente il flusso del refrigerante in funzione del carico termico gravante sulle unità interne, esaltandone l’efficienza energetica.

Mantenimento della temperatura ambiente

Hisense prevede sensori di temperatura sull’ingresso e sull’uscita dell’aria delle unità interne, comandi remoti e micropressori perfettamente in grado di gestire le valvole elettroniche a 2000 posizioni che gestiscono l’afflusso del refrigerante nelle unità interne stesse. In tal modo è possibile mantenere la temperatura ambiente con uno scarto massima di 0,5 rispetto alla temperatura impostata a tutto vantaggio del livello di comfort percepito degli occupanti.